Sono indignato!

Carissimi,
Cacao è il quotidiano delle buone notizie, perché quelle brutte ve le danno già tutti gli altri giornali, social ecc.
Questo venerdì però lasciamo la parola al nostro amato Alex Zanotelli che dà voce all’indignazione che proviamo tutti davanti a queste storie drammatiche, dove si punisce chi aiuta, chi soccorre. Contro ogni legge umana.

Cacao si prende qualche giorno di riposo… ci vediamo martedì 3 aprile. Buona Pasqua!

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Il bus libreria

Così comincia l’articolo su Repubblica: Sara e Simone hanno acquistato un double decker del 1999 e lo stanno trasformando in un book-truck.
Cioè: Sara e Simone hanno comprato un vecchio autobus inglese, rosso a due piani e lo stanno trasformando in una libreria viaggiante che chiameranno Parole in Movimento. Per farlo hanno aperto un crowdfunding, una raccolta fondi sulla piattaforma Ulule. Servono 5.000 euro per gli allestimenti e i due librai veneti sperano di iniziare il loro tour entro l’estate.
(Fonte: Repubblica)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

E’ psicosi aviaria

Dopo il comune di Longobardi (CS) anche il comune di Latronico (PZ) ha deciso di prendere la via delle galline per abbattere la componente organica dei rifiuti che costa al Comune 180mila euro all’anno. Ai possessori dei volatili il Comune concederà il 10% di sconto sulla Tari.

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Le sorprese degli abissi

Una squadra della Rebikoff Foundation ha osservato per la prima volta una rana pescatrice degli abissi. E non solo, il team è riuscito anche a catturare il momento in cui il maschio di 3 centimetri si “fonde” con la femmina di 16.
Proprio il caso di dire: un corpo e un’anima sola.

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Ci scusiamo per il disagio

di Claudia Faverio
“Ci scusiamo per il disagio”… Quasi sicuramente queste parole non vi sono nuove. Diciamo che per il viaggiatore medio, pendolare o occasionale che sia, una buona percentuale di volte sono state una doccia fredda, un ritardo assicurato e un licenziamento sfiorato. (...) Continua su People For Planet

Categorie: