383 blog nati a Gela con l'alternanza scuola lavoro

Contatti: info@gelaleradicidelfuturo.it

GELA E’ DIVENTATA LA CITTA’ ITALIANA
CON LA PIU’ ALTA DENSITA’ DI STUDENTI BLOGGER
GRAZIE AL PROGETTO “383 BLOG PER GELA”

 

Un’esperienza pilota di Alternanza Scuola-Lavoro che ha raccolto un ampio successo tra studenti, professori e scuole.

Il prossimo 9 giugno le 5 Scuole Medie Superiori Statali di Gela condivideranno con la città l’esperienza del progetto 383 Blog per Gela con una festa nella Villa Comunale della città.
 
383 Blog per Gela è un percorso didattico/formativo legato all’alternanza scuola/lavoro. L’iniziativa, ideata da Jacopo Fo e disegnata da Tiziana Freti, dà a ciascuno studente l’opportunità di implementare un proprio blog: elaborandolo nella struttura, imparando a fare ricerca di informazioni in rete, interpretando e verificando la veridicità delle notizie e scegliendo le parole-chiave capaci di far conquistare maggiore visibilità ai contenuti prodotti da ciascun blog.

383 studenti delle classi dell’ultimo biennio delle cinque Scuole Medie Superiori di Gela hanno lavorato da scuola e da casa, affiancati da docenti formati con un apposito stage, con il supporto di tutorial pubblicati sul magazine online www.peopleforplanet.it. Gli incontri tra docenti del corso, professori tutor e alunni sono stati sia virtuali, via webinar, che diretti. Un World Café con studenti blogger e docenti tutor condotto da Tiziana Freti è servito a riconoscere valore alla corporeità dei rapporti tanto con i propri coetanei quanto con figure adulte di riferimento che hanno una funzione educativa, rassicurante e di sostegno.

Ogni studente blogger ha seguito un percorso della durata di minimo 72 ore, al termine del quale ogni partecipante è diventato padrone del blog realizzato, con la possibilità di trarre da esso anche potenziali opportunità per il lavoro futuro.

I blogger del progetto hanno costituito anche un gruppo su Facebook https://www.facebook.com/groups/blogtu/ per condividere i post.
 
Il progetto iniziato a febbraio 2018, culminerà con la Festa del 9 giugno che rappresenta l’ultimo step necessario per allargare l’orizzonte dall’attività individuale ad una prospettiva collettiva di progetto comune e una coscienza di cittadinanza attiva. Il momento di condivisione finale aiuterà la città di Gela a confrontarsi con il punto di vista dei suoi giovani abitanti, i loro interessi e le loro specifiche modalità di aggregazione.

383 Blog per Gela è stata ed è un’esperienza appassionante” dice Jacopo Fo. “Il problema in Italia e nel mondo è la mancanza di passione. Se si fa qualcosa che davvero appassiona cambia la visione delle cose. A Gela siamo riusciti ad entusiasmare con le Scuole e i tutor 383 ragazzi sulla base di un obiettivo concreto, realizzare blog ideati dagli studenti per raccontare ciascuno la propria passione”. Il nemico da battere? “Il bullismo, l’apatia e la mancanza di passione”, è la risposta di Jacopo Fo.

383 Blog per Gela è un’iniziativa realizzata nel contesto del progetto "Gela: Le Radici del Futuro" www.gelaleradicidelfuturo.it, un programma di (ri)lancio di Gela concepito da Jacopo Fo e Bruno Patierno per Jacopo Fo srl (Gruppo Atlantide) con il sostegno di Eni e il patrocinio del Comune di Gela.

Per info: 
info@gelaleradicidelfuturo.it
Media: Claudia Faverio 3388280718



 

Il problema sono gli immigrati? No! Il problema sono i calabresi!

Il problema sono gli immigrati? No! Il problema sono i calabresi! Prima gli italiani! Cominciamo dai terroni. Ce ne sono 10 milioni nella Pianura Padana!
Gli immigrati ci costano 5 miliardi? La ndrangheta e la mafia ce ne costano più di 100 di miliardi!
E poi c’è il problema che ci sono 19 milioni di italiani emigrati negli ultimi 150 anni... E Trump ha detto: prima gli americani... E ci vuole rimandare indietro 10 milioni di calabresi e siciliani!

Meno riunioni, più efficienza

Una riunione, un aperitivo di lavoro, un meeting, ma quando si lavora?
Una ricerca della Ohio State University, pubblicata sulle pagine del Journal of Consumer Research ha evidenziato che quando abbiamo un impegno in programma ci sembra di avere meno tempo a disposizione e rimandiamo i progetti importanti dedicandoci ad attività meno produttive. Il problema nasce dalla “percezione soggettiva del tempo”. Quando abbiamo un impegno sembra che scorra più velocemente.
Quindi la soluzione è raggruppare riunioni e appuntamenti in una sola fase della giornata, così da avere poi più ore libere da dedicare al lavoro effettivo.
O ad andare al mare, decidete voi…
(Fonte: Repubblica.it)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Il Teatro di narrazione

Cosa mi hanno insegnato i miei genitori sul mestiere dell’attore. Il teatro dell’Arte (teatro di narrazione). 
Mancano alcuni secondi di inizio: il modo di recitare del teatro di narrazione parte dal modo naturale che tutti usiamo quando raccontiamo una cosa che ci è successa, che ci ha emozionato, ad un amico. Questo modo di parlare naturale, spontaneo, viene poi trasposto sul palcoscenico.... ma di base tutti siamo capaci di farlo.
Gela, Teatro Eschilo.

La madre delle lucertole

Ha 250 milioni di anni un fossile scoperto sulle Dolomiti che riscriverebbe la storia delle lucertole e dei serpenti. Pubblicato in copertina su Nature, era lungo 20 centimetri con zampe e coda robusti e ora è visibile al Museo di Scienze Naturali di Bolzano.
La sua datazione è di 75 milioni di anni più antica di quanto si pensava e dimostra che nel Triassico, al posto delle Dolomiti, c’era un atollo tropicale.
Ecco perché sono stati trovati fossili di creme solari e ombrelloni.
(Fonte: Repubblica)

(...) Continua a leggere CACAO di oggi

Meno taxi, meno smog, nessun disservizio: succede a New York

La Grande Mela città campione per la riorganizzazione della mobilità
Un algoritmo matematico dimostra che è possibile ridurre il numero di taxi sulle strade, garantendo gli stessi livelli di servizio senza ricorrere ai “viaggi condivisi” e, per di più, ottimizzando i turni di lavoro dei tassisti
Continua su People For Planet

Categorie: 

Dicono che il governo è cosa fatta. Ma sarà vero o è solo per aumentare la suspense?

E vorrei aggiungere che questa incertezza che ogni giorno si ricomincia da capo mi sta portando al crollo psichico! Vi prego fate quel cazzo che volete ma fatelo!!