La transizione che non vediamo

Carissimi,
come sapete ormai da tempo adoriamo le belle storie che arrivano dal “basso”. Vi abbiamo raccontato di Curitiba, di Antanas Mokus di Bogotà, del lavoro straordinario del Premio Nobel per la Pace Mohamad Yunus.
Queste storie sono migliaia, ormai, e le raccontano in pochi.
Paul Hawken ne parla lungamente sul suo libro Moltitudine Inarrestabile il cui sottotitolo è chiarificatore: Come è nato il più grande movimento al mondo e perché nessuno se ne è accorto.
Nella quarta di copertina si legge: “Ogni giorno, in ogni paese, nascono organizzazioni impegnate nella difesa della giustizia sociale e nella promozione della sostenibilità ecologica. Sono spesso piccolissime, non vengono rilevate dai media tradizionali, il potere politico le ignora o cerca di intralciare la loro attività. Non si riconoscono nelle ideologie dominanti e non hanno leader o istituzioni centrali. I loro obiettivi dipendono dal contesto in cui operano e dalla sua storia. Si servono della tecnologia per creare network sempre più estesi, e costituiscono il più importante movimento nella storia dell’umanità. Paul Hawken fornisce le coordinate e le metafore con cui descrivere questo fenomeno: proprio come il sistema immunitario, i cui anticorpi si attivano ogni volta che la nostra salute viene messa in pericolo, Moltitudine inarrestabile dà conto della risposta di milioni di persone alle minacce che vengono portate all’integrità della nostra casa, la Terra, e a quella dei suoi abitanti, tutti noi.”

Parliamo allora di transizione invisibile riportando integralmente un articolo apparso su uno dei nostri siti preferiti: comune-info.net e ringraziamo Gianluca Carmosino per lo splendido lavoro di informazione che lui e la sua Redazione fanno su questo sito.
In questo articolo si parla dell’Unione dei Lavoratori Disoccupati (UTD) a General Mosconi, nel nord dell’Argentina. La città ha 22mila abitanti che hanno lavorato nell’impresa petrolifera statale YPF fino alla privatizzazione, avvenuta negli anni Novanta del secolo scorso, che ha generato una schiera di disoccupati.
Che si sono organizzati… (...)

CONTINUA A LEGGERE CACAO del Sabato


E’ primavera!


E’ iniziata ufficialmente anche in Giappone dove si è celebrato l’inizio dell’hanami che per tradizione avviene dopo che sbocciano cinque o sei fiori di ciliegio dell'albero del santuario di Tokyo.
Pioveva, ma non importa, la primavera quando arriva arriva.
(Fonte: Ansa)

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI


Ladro sfortunato, mezzo incastrato, tutto arrestato

Mauléon-Licharre, Francia: deruba una gioielleria durante la notte e tenta la fuga ripassando dal buco nella vetrina che aveva fatto per entrare. Non lo avrebbero mai preso se non fosse rimasto incastrato.
E’ stato liberato dai Vigili del Fuoco alle 5 del mattino.

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI


Grande quiz: se non sai rispondere non meriti un’Italia migliore (mica cavoli)

Grande quiz: se non sai rispondere non meriti un’Italia migliore (mica cavoli)

Se invece sai le risposte, sei una mitica avanguardia degli italiani di domani.

Perché, diciamolo, siamo preda di una casta corrotta, infingarda e incapace, ma è pur vero che c’abbiamo milioni di connazionali che pensano che tutto è loro dovuto senza fare un cazzo: non si informano, non riflettono sui problemi, non verificano le storie, prendono posizione sulla base di luoghi comuni e idee preconcette (e antiche nel senso peggiore del termine). E questi svaporati civili oltre a mugugnare sul Web, e mettere “mi piace” a cazzo dovunque sentano un tiramento pelvico, non fanno un’emerita minchia di concreto, di fattivo. Solo rutti e scoregge sociali.
Quindi cominciamo con le domande. Rullo di tamburi per favore:

L’Italia possiede l’80% del patrimonio artistico mondiale? Oppure c’ha poco più del 10%?

La corruzione in Italia si mangia 6 miliardi all’anno o 60 miliardi?

CONTINUA A LEGGERE SUL BLOG DEL FATTO QUOTIDIANO

Categorie: 

Interactive Dancing Socks

Il designer tedesco Pascal Ziegler ha ideato un paio di calzini robotici in grado di insegnare a ballare.
Grazie a due processori Arduino Nano, attuatori e sensori, e un’app che suggerisce i passi gli Interactive Dancing Socks suggeriscono a chi li indossa come muovere i piedi a tempo con la musica: una vibrazione sul tallone indica, ad esempio, che è necessario fare un passo in avanti.
Da avere assolutamente!
Maggiori info su pascalziegler.info/#/interactive-dancing-socks/
VIDEO

LEGGI LE ALTRE BUONE NOTIZIE DI CACAO DI OGGI